Excite

Yahoo! chiude GeoCities, il simbolo del web 1.0

La chiusura di GeoCities, dopo 15 anni di onorata carriera, segna una svolta epocale nella storia del web. Il servizio, acquistato da Yahoo! nel 1999 per quasi 3 miliardi di dollari, è stato per molti utenti un punto di riferimento per affacciarsi al mondo di internet da protagonisti, costruendo gratuitamente pagine web essenziali.

La fine del servizio era stata annunciata dalla società lo scorso aprile come una delle strategie aziendali predisposte dall'amministratore delegato Carol Bartz, insieme al taglio del 5% del personale. Tutti gli utenti sono stati invitati a trasferire il proprio sito su "Yahoo! Web Hosting", al costo di 4.99 dollari al mese. Un modo per far entrare un po’ di denaro e risollevare le finanze.

GeoCities era nato nel 1994, creato da David Bohnett e John Rezner, ed è stato il simbolo del web 1.0. Era organizzato per "città" e quartieri. Gli utenti, in base al contenuto, inserivano la propria pagina, ad esempio, a "Silicon Valley" i siti su computer e tecnologia, a "Hollywood" quelli sul cinema, e ancora poesia a "Parigi", manga a "Tokyo" e finanza a "Wall Street". Mentre dalla zona di West Hollywood, nota per la comunità gay, prende il nome la "città" di Geocities dedicata ai siti sulle problematiche di omosessuali e trans.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016