Excite

WTF, quando Technorati sperimenta Digg

Technorati, il popolare motore di ricerca dedicato esclusivamente ai blog, ha lanciato un nuovo servizio che nei primi commenti degli utenti non sembra aver raccolto grandi consensi. Si chiama curiosamente WTF ed è una sorta di integrazione alla ricerca, fatta con la collaborazione attiva degli utenti.

Il nome è curioso in quanto WTF è comunemente l'acronimo per "what the fuck", espressione americana non proprio gentile, ma in realtà è usato da Technorati per intendere "Where's the fire". In WTF ogni utente registrato può inserire una breve definizione o spiegazione per qualsiasi parola chiave. In pratica, quando qualcuno effettuerà la ricerca blog con una determinata parola chiave, in cima ai risultati apparirà la corrispondente descrizione tratta da WTF, che in qualche modo servirà per contestualizzare la voce e capire qualcosa in più sulla ricerca fatta.

Tutti possono inserire una propria definizione, ma a comparire tra i risultati ce ne sarà solo una, quella più votata. In tal modo sarà la community stessa a decidere quale blurb (così si chiamano le descrizioni) sarà quello che più merita di essere visualizzato a corredo dei risultati classici della ricerca. Appare evidente la somiglianza con il sistema di votazioni di Digg, con cui condivide anche le difficoltà nel prevenire abusi (a proposito, ieri Digg ha annunciato la rimozione della classifica degli utenti più diggati, come ulteriore contromisura contro gli imbrogli).

Per fare un esempio dell'uso di WTF, cercando Windows Vista, il blurb abbinato (che recita "...a worthy, but largely unexciting, product") ha raggiunto 17 votazioni e ha dovuto superare la "concorrenza" di altre 9 descrizioni. Non moltissime se consideriamo che Vista è uno degli argomenti più caldi del momento, a dimostrazione che WTF, lanciato ormai da diversi giorni, non ha incontrato i favori del pubblico e rischia di essere un esperimento destinato a fallire. In tal caso, gli sviluppatori di Technorati sapranno già cosa esclamare: WTF!

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016