Excite

Work Wide Women, il social network che aiuta le donne che cercano un lavoro

Una piattaforma per aiutare le donne non solo a cercare lavoro, ma anche a capire come cercare il lavoro migliore per le proprie esigenze e i propri interessi. Ecco cos'è Work Wide Women: progetto nato a Bologna un annetto fa, e che adesso conta già centinaia di iscritte, intenzionate a farsi guidare in "un percorso formativo accessibile ed economico".

"Facebook at work": la sfida a Linkedin di Zuckerberg è un social network da usare per il lavoro

L'oggetto della novella start up è il cosiddetto, in gergo tecnico, social learning, ossia l'apprendimento condiviso attraverso la Rete, e mira appunto alla formazione delle lavoratrici in Italia tramite il web. Si parla di ragazze più o meno giovani, madri, figlie, mogli, disoccupate, inoccupate, tutte intenzionate a collocarsi o ricollocarsi nel mondo occupazionale. "Nel nostro paese, a oggi, ci sono circa 12 milioni di donne disoccupate, di cui il 57% è alla ricerca di un lavoro da più di un anno - ha detto a Il Fatto Quotidiano Linda Serra, digital strategist e fondatrice del progetto -. Ecco, noi vorremmo partire da qui: insegnare a chi ha perso il proprio impiego, o a chi ne sta cercando uno magari da tempo, le professioni del futuro, e al contempo preparare le donne, spesso tagliate fuori dall’ambiente tecnologico, fortemente maschile, ad affrontare un mercato del lavoro che spesso chiede competenze legate al digitale."

Il funzionamento di Work Wide Women è semplice: le interessate creano un proprio profilo, e una volta iscritte alla community possono accedere all’e-learning (corsi) e al webinar (video seminari). Per ora il prezzo medio dei corsi è di 30 euro, ma la Serra spiega di sperare a breve in pubblicità che li rendano gratuiti.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017