Excite

Windows 7, le prime prove

A poche ore dal rilascio ufficiale della prima beta pubblica di Windows 7, cominciano ad apparire sulla Rete le prime recensioni e i primi commenti che ne elogiano la velocità e l'intuitività.

Tiziano Toniutti di Repubblica è quello che, ad oggi, fornisce la recensione più accurata e sostiene che Windows 7 non è solo un nuovo "maquillage grafico dello sfortunato Windows Vista".

Toniutti aggiunge, nella sua corposa analisi, che "per quello che si può vedere finora di Windows 7 beta, e con i limiti - seppure pochi - del prototipo che ancora è, quelli che erano i problemi di Vista appaiono già come un ricordo. Anzitutto è un sistema operativo più leggero" perchè "è stato snellito e ottimizzato e le esose richieste di Vista in termini di potenza del sistema sembrano notevolmente ridotte".

Stessa considerazione di Filippo Vendrame, che ha pubblicato un'interessante prova su Pmi.

Quanto ai punti deboli, Toniutti sostiene che se "gli utenti comuni non avranno problemi nell'utilizzare Windows 7 per le attività quotidiane e il lavoro resta da vedere quanto a livelli di maggiori richieste di performance, Windows 7 possa elidere al consolidato dominio di Apple e del suo MacOs X, ormai sistema operativo d'adozione diretta in campi come l'audiovisivo professionale".

Interessante l'elenco delle sette funzionali più promettenti di Windows 7 secondo PcWorld tra cui spiccano appunto una "migliore gestione della memoria per accelerare le performance del sistema, la Jump list per un accesso semplice, legato al contesto, a file e a caratteristiche", una "miglior gestione delle finestre, grazie alla possibilità di far schizzare Windows in un angolo dello schermo e spostare finestre massimizzate" e il "maggior controllo sulle notifiche e sul posizionamento di icone nel System Tray".

Ciò che si evince dalle prime prove è che Windows 7 è un sistema operativo a tutti gli effetti che per questo motivo richiede una dotazione hardware aggiornata soprattutto per quanto riguarda la memoria RAM.

Quanto alla grafica e alle caratteristiche, cambiano le barre, la sidebar sparisce e la taskbar si arricchisce di nuove funzionalità per cui anche l'organizzazione dei file passa dalle cartelle virtuali alle librerie, che consentono l'accesso a file della stessa tipologia anche se non appartenenti alla stessa posizione.

Il download della beta di Windows 7 è disponibile a questo indirizzo: Microsoft ha fatto sapere che potranno scaricare il file i primi 2.5 milioni di utenti.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016