Excite

Wikiseek e Mapshark: due modi per fare ricerche

Le due applicazioni 2.0 di cui vi parliamo oggi sono dei motori di ricerca per così dire "specializzati", accumunati anche da loghi molto simili:

Wikiseek si propone come alternativa al motore di ricerca interno di Wikipedia. Oltre a cercare tra le voci dell'enciclopedia online, Wikiseek allarga il campo a tutti i siti che vengono citati dalla stessa Wikipedia. L'obiettivo, promettono quelli della compagnia californiana Searchme, è di avere risultati più pertinenti e completi. Solo la versione inglese di Wikipedia viene inclusa nei risultati, tagliando del tutto fuori le diverse localizzazioni, come Wikipedia Italia: una grave pecca che rende Wikiseek piuttosto inadeguato per le esigenze di noi italiani.

Mapshark permette invece di cercare all'interno di diversi siti di mappe, quelli che sfruttano ed integrano Google Maps, Ask City, Yahoo! Maps, Local Live. Utile per trovare specifici mash-up dedicati alla località scelta. Mapshark, messo in piedi da Andrew Mitton dall'Alaska, sfrutta il motore personalizzato Google Co-op.

Torneremo presto su altri motori di ricerca dedicati a temi specifici. Ce ne sono diversi, e parecchi vengono dall'Italia.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016