Excite

Wikipedia: non è responsabile dei contenuti che pubblica

  • Getty Images

Wikipedianon è civilmente responsabile per quanto pubblicato all’interno delle sue voci. Lo ha deciso il tribunale di Romacon una sentenza, annunciata nei giorni scorsi proprio dalla fondazione Wikimedia.

Una decisione che potrebbe costituire un passo storico per la famosa enciclopedia online, e anche un importante precedente nella giurisprudenza italiana in materia di internet.

La questione riguardaCesare Previti che aveva chiamato in giudizio la fondazione Wikimedia ritenendo la voce a suo nome sull'enciclopedia un “pettegolezzo pseudo giornalistico alimentato dall’opera di soggetti assolutamente inattendibili”. Per questo motivo Previti chiedeva un risarcimento e una anche penale per ogni giorno di ritardo dalla rimozione delle informazioni diffamatorie.

Il tribunale di Roma ha, invece, deciso che Wikimedia non è responsabile dei contenuti che pubblica, perché non li elabora direttamente ma è soltanto uno strumento non essendo stato “dimostrato che nella gestione dell’enciclopedia svolga funzioni diverse da quelle di hosting provider”.

In pratica la sentenza stabilisce una precisa distinzione tra fornitore di spazio e autore dei contenuti e specifica che al fornitore non può essere attribuita alcuna una responsabilità omissiva perché esiste una dichiarazione di non responsabilità.

Il responsabile, dunque, al massimo è direttamente l’utente che ha pubblicato le informazioni sulla piattaforma. Il sito, hanno specificato ancora i giudici, per la sua natura aperta garantisce, tra le altre cose, un “bilanciamento nella possibilità lasciata a chiunque di modificarne i contenuti e di chiederne la cancellazione”.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017