Excite

Wikileaks, il cane da guardia delle istituzioni Usa

Grazie al Web la democrazia è sempre più appannaggio della maggioranza al punto da far tremare Governi e istituzioni ufficiali.

L'ultimo a far parlare negli Usa si chiama Wikileaks e altro non è se non un vero e proprio sito di condivisione grazie al quale solo pochi giorni fa è venuta a galla il video della strage di 12 civili compiuta dalle truppe americane a Bagdad nel 2007.

Guarda il video della strage di Bagdad inserito su Wikileaks

Se il Pentagono ne parla in termini svilenti sostenendo che si tratta di un mezzo per colpa del quale si screditano le attività militari del Governo, il New York Times lo elogia sostenendo invece che in 3 anni di vita ha praticamente fatto da cane da guardia alle operazioni ufficiali ma spesso inutilmente distruttive.

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange e sostiene che il suo prodotto rappresenta perfettamente 'un modello di giornalismo investigativo da seguire' senza svelare da dove arrivano i materiali che vengono repertati e resi di pubblico dominio.

Tra i materiali degni di considerazione e che hanno fatto parlare, su Wikileaks si trovano i dossier sui detenuti di Guantanamo, quelli relativi all’occultamento di sostanze tossiche in Africa ma anche email di Sarah Palin, ex candidata repubblicana alla vice presidenza Usa.

Wikileaks, ad oggi, arriva laddove i media tradizionali non riescono e non vogliono arrivare diventando in questo modo portavoce del diritto dei cittadini all'informazione corretta e imparziale: il tutto grazie a 5 volontari a tempo pieno e 800 esperti in svariati settori.

Se non è democrazia partecipata e partecipante questa...

(foto ©Wikileaks)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016