Excite

WiFi libero in dirittura d'arrivo: parola di Brunetta

Passeggiare per la città e collegarsi gratuitamente e liberamente al wireless? Presto potrebbe essere possibile anche in Italia.

Come avevamo scritto qualche giorno fa, la proposta sul wi-fi libero sta pian piano entrando nell'agenda istituzionale e sembra che verrà discussa al più presto.

Il ministro Renato Brunetta a chiusura dell''Incontro con gli innovatori' organizzato al Future Center Telecom di Venezia, ha dichiarato che il prossimo Consiglio dei ministri dovrebbe esaminare l'abrogazione dell'art. 7 del decreto legge 155/2005 (la legge Pisanu) sull'obbligatorietà del deposito dei dati anagrafici sulle reti Wi-Fi.

Brunetta ha precisato che 'il ministro Maroni si è detto disponibile e penso che dal prossimo Cdm si potrà liberare la rete'. Ed ha aggiunto: è inutile pensare agli 800 milioni che mancano per la banda larga in Italia quando il suo livello attuale di utilizzo è inferiore al 50%. È un problema di cultura, non di rete: tutte le scuole italiane sono già collegate via internet, fra loro, con il ministero e con il mondo esterno, ma la quantità di contenuti che viene fatta circolare è praticamente nulla.'

Durante lo stesso incontro Franco Bernabè di Telecom Italia ha sostenuto che il problema dell'Italia non è produrre innovazione, cosa che attualmente richiederebbe investimenti che il paese non si può permettere. Occorre prendere l'innovazione che già esiste e diffonderla nel sistema, attraverso un insieme di regole, di incentivi, ma anche di obblighi.

Intanto il ministro Brunetta ha annunciato che entro la fine del 2010, il ministero della Pubblica Amministrazione lancerà l'Atlante dell'Innovazione: un documento che fotograferà in maniera precisa e aggiornata il livello di innovazione del Paese sia per quanto riguarda l'eGovernement nella Pubblica Amministrazione centrale e periferica che il settore delle imprese. L'Atlante, costruito con l'apporto di comuni, province e Regioni verrà tradotto anche in inglese e servirà a capire lo stato dell'arte dell'innovazione in Italia.

Pier Ferdinando Casini sul suo blog ha recentemente espresso ottimismo riguardo le parole di Brunetta. Per il wireless libero bisognerà dunque aspettare la riunione del prossimo Cdm che analizzerà anche la proposta di legge dell'abrogazione dell'articolo 7 avanzata da da Paolo Gentiloni (PD), Luca Barbareschi (FLI), Linda Lanzillotta (API) e Roberto Rao (UDC).

 (foto © LaPresse)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016