Excite

VidExcite, nona puntata

Fino ad oggi su VidExcite vi abbiamo sempre presentato video creativi, spesso divertenti. Stavolta invece ci occupiamo di alcuni casi di citizen journalism in Italia. Normali cittadini che decidono di utilizzare la propria telecamera per testimoniare cosa accade in città, sfruttando i siti di video sharing per diffondere filmati che altrimenti non vedrebbero la luce.

Ecco alcuni interessanti esempi di come ognuno possa diventare reporter. I casi che vi presentiamo sono tutti di stretta attualità, perché ripresi e messi in rete negli ultimi giorni.

Partiamo da Napoli, dove un abitante di Scampia riprende dall'alto scene di ordinaria quotidianità: lo spaccio di droga a cielo aperto. L'autore del filmato racconta nel dettaglio come si svolgono le cose, il ruolo delle forze dell'ordine, i motorini che fanno da palo. Una semplice ripresa con il videofonino, abbinata al racconto di uno che queste situazioni le conosce perché vive lì. Basta poco per realizzare un mini-reportage sullo stile di trasmissioni giornalistiche. Ecco il video:


Andiamo a Roma, per un caso di cronaca di cui hanno parlato tutti i telegiornali. Un ragazzo in auto precipita nelle acque del Tevere. Il reporter improvvisato riprende alcune fasi del lavoro di recupero dei vigili del fuoco:


Proseguendo verso nord giungiamo a Firenze, dove un videoamatore racconta alcune fasi della vita in città. In questo video ci mostra il sincronismo dei venditori abusivi in centro, che si dileguano in un istante non appena si avvicinano i vigili:


Milano. L'ultimo caso di citizen journalism di cui parliamo è una sorta di tv di strada su YouTube. Si chiama Corso Manusardi TV e fornisce numerose testimonianze del degrado a cui è sottoposta la zona dei Navigli durante le notti. Il reporter riprende una rissa tra persone e il conseguente arrivo della Polizia:


I casi che vi abbiamo presentato sono degli esempi per capire la forza del giornalismo dal basso. Spesso i cittadini possono cogliere e spiegare certe situazioni meglio dei giornalisti inviati sul posto. Il risultato è l'incremento delle fonti informative, la possibilità di approfondire determinate situazioni più o meno gravi, la denuncia del degrado delle città. Non solo Santoro, Striscia la Notizia e Iene: con il Web 2.0 tutti possono raccontare cose accade sulle strade italiane.

A proposito di cittadini attivi, ricordiamo che sabato si è tenuto a Casalecchio di Reno (Bologna) il CitizenCamp, un barcamp tematico dedicato alla cittadinanza digitale, che avuto un grande successo. Potete riviverlo con le foto, i video e i resoconti che sono linkati nella sua pagina ufficiale.

Conoscete altri casi interessanti di citizen journalism? Per segnalazioni scriveteci a web20@excite.it.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016