Excite

Uomini e donne attaccati dagli hacker su sesso e shopping

Il Norton Cybercrime Human Impact Report, una ricerca commissionata dalla Symantec, ha evidenziato lo stato del cybercrimine in Italia e nel mondo. Secondo questo rapporto, gli hacker attaccano i naviganti nei loro punti deboli: gli uomini sono attirati dal sesso e le donne dallo shopping.

Nell'indagine online, effettuata in 14 paesi su un campione di 7066 adulti, il 65% degli intervistati ha dichiarato di essere stato vittima, almeno una volta, del cybercrime, in Italia questa cifra aumenta al 69%. Un po' superiore alla media ma i navigatori nostrani stanno diventando sempre più prudenti e il 67% dei casi non lasciano i dati personali online facilmente.

Queste informazioni vengono presentate volentieri quando si tratta di argomenti di loro interesse. Gli uomini si fanno convincere da messaggi a sfondo sessuale o dal guadagno facile, mentre le donne non resistono ai saldi, agli sconti e a tutto quello che riguarda lo shopping.

Da questa ricerca è emerso anche che in rete gli uomini sono più propensi a fare del gossip, infatti, il 29% pubblica foto imbarazzanti degli amici, mentre il 51% delle donne chiede il permesso per taggare. I naviganti maschi, inoltre, anche virtualmente usano le bugie per nascondere la propria identità, il 41% mente sull'aspetto fisico, stato economico e sul nome, però sono più tecnologici delle donzelle.

Sono attenti ai software di sicurezza che il 69% aggiorna a scadenze ravvicinate e il 33% fa il backup dei dati, il gentil sesso preferisce farsi aiutare da persone esperte.

Ida Setti, Consumer Marketing Director di Symantec Italia, ha spiegato: 'Il cybercrimine è un fenomeno sempre più diffuso ma ancora poco conosciuto. Non parliamo più di semplici virus che danneggiano il computer, ma di attacchi mirati, volti a rubare informazioni riservate come i dettagli della carta di credito o l'indirizzo email, nei casi più gravi addirittura l'identità. Nonostante questo, però, solo la metà degli intervistati sarebbe disposta a cambiare il proprio comportamento online qualora rimanesse vittima di un cybercrimine'.

Foto: Flickr

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016