Un italiano su due non ha mai usato Internet

La Commissione Ue ha diffuso i dati secondo cui l’Italia è tra gli ultimi Paesi dell’Unione Europea ad usare Internet regolarmente, ad effettuare download di film, di musica o a visionare video online. Il numero di connessioni a banda larga è molto al di sotto della media europea, il 31%, ovvero una casa su tre, anche se negli ultimi anni è aumentata notevolmente.

Se sul lato Internet è il fanalino di coda dal punto di vista delle telecomunicazioni è la prima in Europa e nel mondo. La diffusione dei cellulari è pari al 152,2%, gli abbonamenti attivi è di molto superiore a quello dei cittadini. Per quanto riguarda il target di riferimento i giovani di età compresa fra 16 e 24 anni sono gli utenti che frequentano di più il web, circa il 73%.

Viviane Reding, commissaria dell'UE responsabile della società dell'informazione e dei media, ha dichiarato: "L'economia digitale dell'UE offre un ampio potenziale per generare forti entrate in tutti i settori, ma per trasformare questa situazione favorevole in crescita sostenibile e nuovi posti di lavoro igoverni devono prendere l'iniziativa e adottare politiche coordinate per eliminare le barriere che ostacolano i nuovi servizi" e ha aggiunto: "Dovremmo cogliere l'opportunità di una nuova generazione di europei che ben presto deciderà le sorti del mercato europeo. Questi giovani usano molto Internet e sono inoltre utenti molto esigenti. Per sfruttare il potenziale economico di questi "figli dell'era digitale" dobbiamo garantire che l'accesso ai contenuti digitali sia semplice ed equo".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2014