Excite

Ue, niente carcere per il download personale

Tolleranza zero per i pirati, ma solo con quelli che scaricano a scopo di lucro. E' stata approvata dal Parlamento europeo la risoluzione relativa alle misure penali finalizzate ad assicurare il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale, e ci sono buone notizie per chi effettua download di mp3 per uso privato.

Come riportato dal sito ufficiale dell'istituzione, i deputati hanno dibattuto negli scorsi giorni la relazione del collega italiano Nicola Zingaretti (DS) relativa alle misure penali finalizzate ad assicurare il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale. "Dobbiamo armonizzare la nostra azione contro la criminalità organizzata", ha esordito il relatore Zingaretti.

Gli eurodeputati hanno chiesto un'armonizzazione delle varie leggi nazionali per rafforzare l'efficacia delle misure in campo, pur se alcuni deputati, come lo spagnolo David Hammerstein (gruppo verde/ALE), ha criticato questa sorta di "caccia alle streghe" in atto, o il collega tedesco Rainer Wieland (gruppo del partito popolare europeo) che ritiene "l'introduzione di sole sanzioni insufficiente per risolvere il problema". L'eurodeputato tedesco Hans-Peter Mayer (gruppo del partito popolare europeo), ha insistito sulla necessità di fermare questa piaga per l'economia, "non si tratta di criminalizzare i cittadini, ha affermato, ma i professionisti del contrabbando".

Il voto ha dato ragione a chi sentiva la necessità di questa risoluzione, con 374 voti favorevoli, 278 contrari e 17 astenuti. Ora la parola spetterà a Commissione e Consiglio.

Cosa comporta questo voto? La contraffazione di materiale protetto da copyright per motivi commerciali viene severamente e penalmente contrastata (fino a 4 anni di reclusione), mentre gli utenti che scaricano materiale illegalmente, ma lo fanno solo per uso privato, non rischieranno il carcere.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016