Excite

Twitter e Facebook nuove materie di studio

Cambiano le tecnologiae la scuola inglese si adegua ad esse e le trasforma in materie di studio. La proposta arriva da Sir Jim Rose, ex capo di Ofsted, dipartimento del governo per la tutela dei minori, che vorrebbe introdurre tra le materie d’insegnamento anche i social network più in voga del momento. I bambini delle elementari durante i cinque anni di studio potrebbero utilizzare Twitter e Wikipedia come fonti d’informazione, potrebbero imparare a gestire un blog, pubblicare un podcast ed esercitarsi oltre che nella scrittura a mano libera nell’utilizzo della tastiera.

Queste nuove materie sacrificheranno le ore di storia e si potrà decidere se studiare l'era vittoriana o quella della seconda guerra mondiale o altri periodi, questo perché tale materia sarà approfondita alla scuole superiori e quindi può essere sostituita con l’alfabetizzazione digitale. In generale, il piano riduce le attuali 13 materie di studio a sei raggruppandole in aree di interesse: comprensione dell'inglese, delle comunicazioni e dei linguaggi; comprensione della matematica; comprensione scientifica e tecnologica; comprensione umana, sociale e ambientale; comprensione della salute fisica e dell'esercizio; comprensione delle arti e del disegno.

Anche se l’obiettivo è la flessibilità molte sono le critiche in merito. Dice John Bangs, capo del dipartimento istruzione della National Union of Teachers:"E' una riforma che sembra preoccupata di saltare sul treno degli ultimi trend alla moda, come Twitter e Wikipedia. La capacità di usare il computer e navigare su Internet è certamente importante nel mondo di oggi, ma non mi pare una buona idea puntare su di questo a scapito della capacità di leggere e scrivere secondo i metodi tradizionali". Teresa Cremin, presidente della United Kingdom Literacy Association aggiunge: "Siamo preoccupati dall'assenza nel nuovo programma di un impegno per una maggiore alfabetizzazione".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016