Excite

Twitter come Google: pubblicità basate su parole chiave degli utenti

  • Twitter.com

Una radiografia degli utenti. Un'analisi non solo di quello che leggono ma anche di quello che scrivono, o meglio che “cinguettano” nei tweet. Da questo principio prende le mosse il “Keyword targeting", nuovo servizio di Twitter che terrà d'occhio in maniera più attenta gli utenti.

“Keyword targeting” scandaglia le parole chiave dei messaggi per poi utilizzarle a fini pubblicitari, sulla falsa riga di Google. Vi sarà di certo capitato che, nelle ricerche sul web o nelle pubblicità che vi compaiono su Gmail, spesso e volentieri compaiono inserzioni con parole, luoghi o oggetti al centro delle vostre attenzioni in rete.

La nuova funzione di Twitter fa un passo avanti e consente agli inserzionisti di calibrare le pubblicità in maniera ancora più diretta sugli utenti ma mettendo le mani avanti sui rischi. “Non ci sarà un incremento di annunci”, ci hanno tenuto a precisare subito da Twitter per scongiurare il rischio di eccessiva invasività.

Gli utenti non vedranno nessuna differenza nell'uso di Twitter e possono sganciarsi dai 'promoted tweets' che non ritengono rilevanti”, si legge sul blog ufficiale dell'azienda nelle parole del manager Nipoon Malhotra.

L'annuncio di Twitter è arrivato pochi giorni dopo quello di Facebook che negli Stati Uniti ha lanciato “Partner Categories”, nuovo servizio che deve monetizzare di più le inserzioni. Attraverso un accordo con alcuni colossi del marketing gli inserzionisti potranno sfruttare le informazioni sugli utenti e le loro abitudini, ma anche su quelle offline in base agli acquisti nei negozi reali.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017