Excite

Twitter a Wall Street: sbarco in Borsa a 26 dollari per azione

  • Getty Images

Il momento tanto atteso è finalmente arrivato: Twitter ha fatto il suo esordio in Borsa fissando il prezzo di collocamento a 26 dollari per azione, portando la valutazione del sito di microblogging intorno ai 18 miliardi di dollari. Con 70 milioni di titoli messi sul mercato, circa il 13% del totale, il gruppo californiano ha raccolto 1,8 miliardi di dollari.

Oggi lo sbarco sul New York Stock Exchange a sette anni e mezzo dalla creazione del social network. Il prezzo di collocamento è appena al di sopra della parte alta della forchetta (pari a 23-25 dollari) indicata lunedì dalla società. Nonostante la valutazione, non tutti i fondatori di Twitter diventeranno miliardari: Evan Williams, il co-fondatore con la più ampia partecipazione pre Ipo, dovrebbe vantare una quota da 2,2 miliardi di dollari, mentre Jack Dorsey e Biz Stone, ognuno con meno del 5%, avranno titoli da meno di 900 milioni di dollari.

Da microblog con messaggi brevi in stile sms Twitter è diventato in pochi anni un media completo di foto, video, interazione con la tv e anche la piattaforma più gettonata per chi cerca notizie.

Il microblog è nato nel 2006 sulle ceneri di Odeo, un sistema per pubblicare sul web messaggi audio o video via telefono. L'inventore Noah Glass (che poi ha lasciato) ha tirato con se Evan Williams (ex Google), il web designer Jack Dorsey e l'ingegnere Blaine Cook. Il primo 'tweet' risale al 21 marzo 2006, ad accorgersi del social media è il blog TechCrunch perché qualcuno a San Francisco lo usa per dare la notizia di un terremoto.

Poi il volo: in un anno Twitter triplica la mole di cinguettii (da 20.000 ad oltre 60.000 al giorno). Nel 2009 documenta la rivolta in Iran e poi la Primavera araba. Gli utenti fanno la cronaca live della tragedia di Haiti e della cattura di Osama Bin Laden. Diventa uno strumento molto utilizzato anche da politici, primo fra tutti Barack Obama (il suo tweet della rielezione corredato dalla foto dell'abbraccio con Michelle è stato il più ritwittato della storia) dal Papa con 10 milioni di seguaci e di tante star come Lady Gaga, con oltre 40 milioni i fan.

Lontani i tempi dei messaggi da 140 caratteri, oggi i suoi 218 milioni di utenti mensili attivi, 100 milioni giornalieri, possono contare su un media completo, grazie all'app Vine, una timeline sempre più multimediale con foto e video in grande evidenza. E secondo una recente ricerca del Pew Research Center, Twitter è il piu' popolare tra gli utenti in cerca di notizie: il 52% tra gli adulti Usa iscritti lo usa come fonte di informazione e spazio di dibattito. Negli Stati Uniti, inoltre, il flusso dei tweet sarà inglobato nel calcolo dello share tv, mentre in accordo con Comcast e NBC Universal gli utenti potranno cambiare canale via Twitter sfruttando il nuovo pulsante 'See it', integrato nei tweet.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017