Excite

Dieci trucchi per far leggere le email che inviamo

Chi lavora nel campo della comunicazione digitale o scrive spesso email di lavoro è a conoscenza del pericolo di essere completamente ignorati.

Vuoi per SPAM, disinteresse, pigrizia, eccesso di informazioni. Per questo motivo il sito Business Insider pubblica un decalogo di regole e consigli per far leggere le email che inviamo.

I 10 trucchi servono anche come etichette etiche riguardo le comunicazioni pubblicitarie e commerciali che arrivano via posta elettronica.

1) Essere brevi. Tutti siamo ormai molto occupati e impegnati dunque meglio limitarsi alle parole chiavi.
2) Ottimizzare il campo 'Oggetto' usandolo come sommario della mail. Descrivere bene e brevemente l'oggetto aiuterà insieme al limitare le risposte.
3) Iniziare e finire il messaggio con il 'Tu' per tenere alta l'attenzione e rivolgersi direttamente al destinatario.
4) Un argomento per email. Attenersi al tema scritto nell'oggetto.
5) Attenzione ai toni, le faccine potrebbero aiutare (anche se non sono professionali) ma ironia e sarcasmo vanno utilizzati con parsimonia specie nel caso di un inoltro della mail.
6) Non mettere troppe persone in copia. Evitare di inserire più persone possibili, solo quelli interessati all'oggetto. Non fare quasi mai il 'Rispondi a tutti'.
7) Attenzione agli errori di battuta e grammaticali. Sia in italiano che in inglese.
8) Le mail di lavoro non sono mai private. Non scrivere mai nulla di stupido, volgare, inappropiato che possa mettere in difficoltà mittente e destinatario.
9)Non litigare via e-mail. Meglio usare il telefono o andare di persona, mai per scritto.
10) Attenzione ai 'threads' ovvero a ciò che è presente tra i messaggi tra 'rispondi' e 'inoltra' usando i consigli 2 e 6: eliminare le frasi che non servono più o al massimo rileggere il tutto.

Il bello è che molte di queste regole dovrebbero fare già parte della netiquette di chi usa la posta elettronica in quanto sono principi basilari.

Foto: rexgo.net

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016