Excite

Sul web il club delle ragazze ubriache

Tra i tanti gruppi che riuniscono persone su Facebook, sta facendo parlare di sé quello chiamato "30 Reasons Girls Should Call It A Night", che raccoglie le ragazze che amano ubriacarsi.

Fondato dall'americana Rachel Lanter, il gruppo si rivolge a tutte le ragazze che si riconoscono nel profilo indicato. Sono 30 i punti che indentificano le ragazze che possono far parte del gruppo, tra questi: "Non hai assolutamente idea di dove siano finiti i tuoi amici; ad un certo punto ti siedi e vedi la stanza e le persone che ti girano vorticosamente intorno; collassi ad un party e il giorno dopo ti ritrovi piena di scritte; il tuo trucco è completamente sciolto".

Di ragazze che "soddisfano" questi requisiti ce ne sono evidentemente parecchie, visto che gli iscritti al gruppo (anche maschi) sono oltre 150 mila e le foto postate, in cui le ragazze appaiono in stato decisamente poco consono (guarda la fotogallery) sono quasi 5 mila. E in quasi tutte è chiaramente indicato nome e cognome della "protagonista" di turno che - ed è questo l'aspetto forse più interessante della faccenda - decide di farsi vedere pubblicamente in quello stato, anziché nascondere o cancellare le foto.

Il Daily Mail si è oggi occupato di questo particolare gruppo, criticando apertamente l'atteggiamento di queste ragazze e ricordando come - secondo l'Ufficio britannico di statistiche - negli ultimi 15 anni è raddoppiato il numero di ragazze morte per abuso di alcool. Inoltre l'agenzia nazionale "Alcohol Concern" ha dichiarato che Facebook è sintomatico di una cultura a favore dell'alcool, e che i ragazzi preferiscono postare quelle foto così imbarazzanti per integrarsi meglio nella società.

A stretto giro arriva la risposta di uno dei membri del gruppo: "Quelli del Daily Mail si lamentano - dice la bionda Gemma - ma perché mai le ragazze non dovrebbero divertirsi e ubriacarsi?"

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016