Excite

Facebook contro i suicidi: come salvare gli amici

Facebook è sempre più un luogo d'aggregazione ma anche di sfogo personale: chiacchiere da lavoro ma anche problemi esistenziali e risate.

E come in tutti i social network c'è però anche un preoccupante lato oscuro emerso in diverse occasioni: ricordiamo ad esempio la triste storia di Simone Backs, una donna di 42 anni che annunciò il suicidio sul suo profilo Facebook e che non venne aiutata dai suoi amici.

Probabilmente per ovviare a questi incresciosi e terribili episodi e prevenire contenuti del genere Facebook sta sperimentando un nuovo sistema nella prevenzione dei suicidi, una sorta di sentinella sociale disponibile attraverso il Centro di Assistenza di Facebook e dove è possibile segnalare un suicidio annunciato contenuto in una pagina Facebook.

Nella sezione bisogna indicare l'URL precisa del messaggio sospetto pubblicato su Facebook, la data di pubblicazione, il nome e cognome di chi l'ha pubblicato e altre informazioni aggiuntive se disponibili. Facebook si riserva di valutare il livello di emergenza e decidere se segnalare la cosa all'autorità del Paese o contattare associazioni interessate sul territorio.

Ovviamente si incoraggia anche l'utente che ha queste intenzioni a chiedere aiuto: nel Regno Unito Facebook ha stretto un accordo con Samaritans, associazione che si occupa proprio della prevenzione dei suicidi e che è presente anche in Irlanda ed Usa. Per gli utenti di questi Paesi sarà più facile chiedere assistenza ed un supporto psicologico.

Facebook si prende una bella responsabilità: riuscirà a evitare e prevenire i suicidi?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016