Excite

Steve Wozniak: Internet vuol dire libertà, servono leggi dedicate

  • Wikimedia Commons

Con il fallimento di un recente disegno di legge sul settore informatico il governo statunitense sta cercando altri modi per provare a migliorare la protezione e la sicurezza su internet. Misure necessarie ma bisogna fare attenzione, ha sottolineato Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, perché la rete è nella sua stessa essenza libera, ma presto tutto ciò potrebbe diventare, e forse già lo è, soltanto un ricordo.

Quando Internet arrivò fu come una boccata d'aria fresca. Era libero, senza proprietari, diffuso in tutto il mondo. Insomma avevamo una risorsa straordinaria", ha spiegato Wozniak, 61 anni, papà di Apple assieme a Steve Jobs, in un'intervista alla RT.

La Video-intervista a Steve Wozniak

Wozniak ha visto nascere e crescere il web e ha vissuto i vari tentativi, non riusciti, di provare a regolare la rete e ingabbiarla. "E' illegale condividere materiale protetto da copyright, è bene che ci siano leggi: ma alcune cercano solo di bloccare dei servizi che hanno intenzioni positive – ha spiegato Wozniak riferendosi anche al caso di Kim Dotcom, fondatore del servizio di file sharing Megaupload, condannato per violazione di copyright - Il servizio funzionava come un ufficio postale, dove viene spedito il materiale: perché chiuderlo? Sarebbe questo il problema? Per questo dico che in alcuni casi si tratta di accuse false”.

Internet tiene in vita la libertà di parola, ha aggiunto ancora il cofondatore di Apple, un diritto fondamentale che sancito dalla Costituzione, e che rischia grosso in situazioni particolari come quella di Wikileaks. "La libertà in rete è ostacolata in molti modi– ha concluso - Penso che Internet doveva essere considerato fin dal principio come un Paese con le sue leggi e il suo governo. Questo non è successo ma sono comunque ottimista: stiamo andando verso la net neutrality, il problema, però, è che le libertà vengono sancite dalle leggi e a farle sono Parlamenti e governi".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017