Excite

Steve Jobs malato abbandona Apple fino a giugno

Le previsioni si sono avverate e così, dopo il rincorrersi di tante voci, Steve Jobs ha fatto sapere che si prenderà una pausa dal lavoro, lasciando la Apple fino a giugno 2009.

Il motivo è legato alle sue condizioni di salute che lo stesso amministratore delegato Apple ha definito "più complesse del previsto".

Nonostante questo, Jobs ha fatto comunque sapere che "come amministratore di Apple, intendo restare coinvolto nelle principali decisioni strategiche della società anche nel periodo in cui non sarò presente" lasciando così intendere che Tim Cook, suo sostituto in questo lasso di tempo, potrà prendere decisioni solo per questioni più strettamente operative.

Solo una settimana fa Steve Jobs aveva parlato del suo problema di salute sostenendo che, a seguito del cancro che lo ha colpito nel 2003, il suo stomaco non riesce più ad assimilare ciò che mangia e per questo motivo è dimagrito così tanto negli ultimi anni.

Ma c'è chi sostiene che la malattia dell'amministratore delegato di Apple sia più serie del previsto e la sua assenza al MacWorld di inizio 2009 sintomatica di ciò che sta accadendo all'anima della Apple.

Intanto il titolo della società californiana è sceso del 10% scatenando la Borsa che adesso si domanda se l'uscita di scena di Steve Jobs, seppur per pochi mesi, non sia la vera spina nel fianco per Apple che dovrà fare in modo che la sua faccia non venga oscurata e che i conti restino in attivo per tutto l'anno.

Chissà se i sei mesi di lontananza di Steve Jobs dalla Apple non siano soltanto il preludio all'abbandono completo della barca da parte del Ceo della Mela più famosa del mondo.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016