Excite

Spotify: riduce le ore di ascolto nella versione gratis

Gratuito, illimitato, con una libreria fornita di brani di tutti i tempi e, per supportare tutto questo, qualche pubblicità: ecco, in breve, le caratteristiche che ci avevano fatto innamorare di Spotify. In queste ore, però, gli utenti stanno ricevendo una mail con le nuove norme contrattuali del servizio.

A partire dal 12 agosto, infatti, sono partite le nuove norme che andranno a riportare una drastica riduzione della versione free di Spotify: il suo utilizzo non sarà più illimitato, come sin ora accaduto, ma circoscritto a sole 10 ore mensili. I nuovi iscritti potranno provare il bello di avere musica in streaming gratuita per i primi sei mesi, trascorsi i quali dovranno decidere se abbonarsi a uno dei due servizi premium oppure limitare il loro ascolto. Chi, invece, utilizza Spotify da più di 6 mesi, praticamente da quando è sbarcato in Italia, si troverà già ora con questo nuovo limite.

Questa nuova decisione arriva a pochi giorni dalla polemica di Tom York, cantante dei Radiohead, che ha deciso di eliminare dalle librerie di Spotify sia “The Eraser”, il suo album solista, sia “Amok”, realizzato, invece, con la formazione degli Atoms, accusando il servizio di non pagare gli autori emergenti e di fare solo i profitti dei suoi azionisti.

La notizia, inoltre, arriva a pochi giorni dal debutto di Google Play Music Unlimited che propone sin dall'inizio un abbonamento gratuito per i primi 30 giorni e, in seguito, a pagamento e disponibile su web e dispositivi Android. Dopo quest'ultima mossa del limite di 10 ore al mese, molti utenti lasceranno Spotify per il servizio di Google, torneranno al classico ascolto non in streaming o continueranno con quale servizio?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017