Excite

Spam su Facebook, multato Adam Guerbuez per 873 milioni di dollari

Il canadese Adam Guerbuez e la Atlantis Blue Capital sono stati multati per 873 milioni di dollari per aver utilizzato in maniera fraudolenta Facebook.

Secondo la Corte Federale degli Stati Uniti, infatti, Guerbuez ha sfruttato la sua popolarità sul social network per promuovere la vendita dei prodotti venduti dalla Atlantis Blue Capital, inviando messaggi non richiesti ad oltre 100 milioni di utenti per un totale di quattro milioni.

Non solo, perchè Guerbuez avrebbe anche indotto gli utenti del social network ad utilizzare marijuana facendo sempre leva sulla popolarità assunta all'interno di Facebook.

"Facebook ha intentato causa", ha spiegato Sam O'Rourke, uno dei consulenti del social network, "a Guerbuez verso metà agosto, dopo che l'analisi del traffico di rete ha svelato un'impennata di messaggi non sollecitati a marzo e aprile. Guerbuez è uno spammer molto noto nell'ambiente".

"Siamo fiduciosi nel fatto che questo avvenimento rappresenti un potente reterrente per chiunque avesse intenzione di abusare di Facebook e dei suoi utenti", ha commentato Max Kelly, direttore della sicurezza in Facebook che ha aggiunto: "tutti coloro che partecipano costruttivamente a Facebook possono star sicuri: stiamo lavorando duramente per proteggere la community dallo spam ed altre insidie online. Continueremo ad investire in questo settore per migliorare le nostre misure di sicurezza e per identificare e perseguire le fonti degli attacchi spam".

Chiaramente nè Adam Guerbuez nè la Atlantis Blue Capital hanno i mezzi per saldare la multa che quindi resta solo e soltanto un ammonimento, pur pesante.

La multa inflitta al canadese Adam Guerbuez diventa dunque la più alta di questo tipo, surclassando anche quella inflitta a Sanford Wallace per aver "spammato" su MySpace e ammontante "solo" a 230 milioni di dollari.

Si tratta, peraltro, della multa più alta dall'introduzione negli Stati Uniti del Can-Spam Act, la legge contro le mail spazzatura.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016