Excite

Un software sui cellulari sconfigge la malaria

Di combattere le malattie virali attraverso l'uso delle nuove tecnologie specialmente in zone disagiate se ne parla da anni.

E però si hanno a disposizione ormai strumenti nuovi e portabili come gli smartphone o i tablet per affrontare l'emergenza sanità nel Terzo Mondo. Per venire in aiuto dei medici è stata realizzata una applicazione che con una fotografia riesce a diagnosticare alcune malattie come la malaria.

In molti villaggi africani infatti non c'è connessione Internet e non ci sono strumenti d'analisi adeguati e così un gruppo di studenti universitari ha lavorato durante la competizione Imagine Cup 2011 organizzata da Microsoft ha realizzato una applicazione per Windows 7 attraverso lo smartphone Focus di Samsung.

L'applicazione si interfaccia con un obiettivo fotografico che rivela i protozoi che provocano la malaria nell’uomo: in questo modo basta una foto del campione per capire se il soggetto ha la malattia e individuarne la gravità. Il team di studenti proviene da tutti gli angoli degli Usa.

Tristan Gibeau, ingegnere informatico di 25 anni, crede nel suo progetto tanto da immaginare un suo utilizzo in diverse zone dell'Africa e anche per altre malattie. Gibeau insieme al team sta lavorando anche ad altre patologie come l'anemia mediterranea, lo scopo è far si che l'applicazione sia adatta e utilizzabile anche nei laboratori.

I ragazzi non hanno ancora vinto il concorso ma forse sono ad un passo per ricevere soldi per il loro lavoro e continuare a sviluppare e ricercare. Intanto brevettano ed ingegnerizzano la loro applicazione. D'altronde l'obiettivo della gara Imagine Cup organizzata da Microsoft è proprio quello di provare a risolvere i problemi del mondo anche quelli più piccoli.

Foto: www.imaginecup.com/community/blog/imagine-cup-u-s-finals-event-kicks-off-in-redmond

Image Cup

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016