Excite

Skype Translator, come funziona il traduttore simultaneo che fa parlare in 40 lingue senza conoscerle

  • Twitter @ATHOSMONT

Più che un’alternativa ai non sempre amati traduttori usati in rete ogni giorno da migliaia di internauti, Skype Translator sembra avere le caratteristiche di un gigante destinato a schiacciare la concorrenza grazie ad un software rivoluzionario.

Sempre visibili su Skype, ecco come evitare di apparire collegati al servizio a pc spento

L’esperimento è già partito con l’inglese e lo spagnolo, mentre per la versione italiana bisognerà attendere ancora un po’ di tempo, pur essendo possibile da ora effettuare una pre-registrazione al servizio di traduzione simultanea offerto dal popolare programma di messaggistica ai suoi utenti.

Una volta abilitati, sarà possibile comunicare con persone di altre nazionalità in maniera semplice ed immediata, registrando il suono della propria voce per ottenere l’istantanea risposta del traduttore virtuale nella lingua dell’interlocutore a distanza.

Tempi ridotti e pochi margini di errore sono, a detta dei programmatori della Microsoft, i due solidi pilastri sui quali si dovrà basare l’annunciato successo di Skype Translator, prodotto dalle ambiziose prospettive studiato a tavolino per accrescere ulteriormente il bacino d’utenza del servizio freeware di messaggistica più amato dal popolo del web.

(Skype Translator, l’esperimento in preview nelle scuole di Washington e Mexico City)

Una voce preimpostata (collegata ad un sistema avanzato di apprendimento automatico delle parole) tradurrà in tempo reale i suoni ascoltati dal microfono, consentendo ai diretti interessati di condurre conversazioni in lingue diverse con estrema naturalezza e senza bisogno né di vocabolario né tantomeno della tastiera.

Soltanto tra un paio di mesi, quando dalla fase di sperimentazione si passerà al giudizio completo da parte dei consumatori in diverse aree del mondo, si potranno tirare le prime somme in merito alla riuscita del programma ed alla soddisfazione degli utenti, non solo di lingua inglese o spagnola.

Online la curiosità è tanta per il decollo del traduttore vocale appena uscito dal laboratorio della Microsoft, anche perché la percentuale di appassionati del servizio Google Translate non ha mai raggiunto particolarmente elevate e le alternative a disposizione degli “smanettoni” della rete di ogni provenienza si sono spesso rivelate deludenti.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017