Excite

Siria, è un falso il video-speranza del bambino che si finge morto per salvare la sorella in guerra

Un fratello che salva la vita alla sorellina. Milioni di visualizzazioni in cinque giorni di esistenza su YouTube (dal 10 novembre), un'infinità di condivisioni e tanti commenti emozionati per il video che racconta di un bambino in Siria che si finge morto per salvare la piccola sorella dai cecchini. E oggi si scopre che è un falso. A confessarlo, parlandone alla Bbc che ha rivelato il trucco del filmato, è il suo stesso autore, il regista norvegese Lars Klevberg.

Nell'intervista il 34enne, a capo di una troupe di connazionali, ha infatti spiegato che il video è stato girato a Malta "a maggio di quest'anno su un set impiegato per altri film famosi come Troy e Il Gladiatore". E i due piccoli protagonisti della scena che ha fatto emozionare milioni di persone nel mondo, quella del ragazzo che con astuzia riesce a portare in salvo la sorella nascosta dietro un auto bruciata per proteggersi dal fuoco degli spari, sono due giovanissimi attori maltesi. Mentre "le voci in sottofondo sono quelle di rifugiati siriani che vivono" sull'isola.

Hitler bambino investito e ucciso da un'auto: falso spot Mercedes divide il web

Pur essendo un filmato costruito, e prodotto con i soldi dell'istituto norvegese del cinema (NFI), invece che un reale documento di sedicenti attivisti siriani, il video caricato sul canale Shaam News Network si pone il serio obiettivo di risvegliare l'attenzione sulla presenza dei bambini in guerra, e soprattutto su un conflitto, quello siriano, costato ad oggi oltre 195mila morti in quasi quattro anni: "Se puoi fare un film e fingere che i fatti siano veri, allora le persone lo condividono e reagiscono con speranza", ha detto Klevberg.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017