Excite

Sexy prof, la beffa, e il falso di Studio Aperto

Storia di una beffa, di un finto scoop giornalistico, e della goliardia di alcuni ragazzi di Ancona. Il tutto sulle orme della storia della sexy prof di Lecce, quella palpata dai suoi alunni. Ricostruiamo la storia, ricca di curiosità e colpi di scena, nata su YouTube.

Qualche tempo fa (prima della pubblicazione del secondo video della professoressa) compare su YouTube un video parodia girato a Montecarlo. Una presunta classe in gita scolastica gioca a sfiorare il sedere alla professoressa, ignara di tutto. A condire la scena, un ragazzo che esclama in continuazione "Ciao Matteo" (proprio come nel primo, originale video). Il filmato di Montecarlo però è solo una parodia, come d'altronde si capisce vedendo che la "prof" è in realtà una ragazza sulla ventina. Non solo: le informazioni di supporto al video spiegano chiaramente che si tratta di un divertente rifacimento.

Succede che però Studio Aperto, in un servizio di Gigi Sironi del 21 maggio, ritrasmetta il filmato di Montecarlo oscurando le facce e spacciandolo come un vero scoop: "La prof guarda il panorama con un cannocchiale [...] Dell'ultimo video finito su YouTube vi mostriamo solo questa scena, le altre sono troppo esplicite", annuncia il giornalista. Peccato che il video parodia in realtà finisse proprio così, senza alcuna scena esplicita. Insomma, quella di Studio Aperto è stata solo una evidente mistificazione della realtà (o un'incredibile svista del giornalista). Guarda il servizio del telegiornale di Italia 1:



A quel punto i ragazzi che hanno girato la parodia, un gruppo di studenti di Ingegneria di Ancona capitanati da Claudio Siepi, segnalano la cosa a Striscia la Notizia che si mostra interessata a smascherare il tg diretto da Mario Giordano. Nasce però un nuovo problema, visto che nel frattempo il video di Montecarlo diventa uno dei cult della rete e il padre della ragazza protagonista preferisce toglierla da un eventuale imbarazzo e minaccia querele. Così gli autori del filmato sono da lui costretti a toglierlo dalla rete, e l'intervista con Striscia - con Jimmy Ghione già pronto ad andare ad Ancona - salta.

La stessa sera arriva il Tg5 a mettere un po' d'ordine, mostrando ancora una volta il video e spiegando (guarda il servizio) che si trattava solo di una parodia. Il tutto è stato poi raccontato anche da un articolo di mercoledì sul Corriere Adriatico, che però parla di burla nei confronti di Studio Aperto.

Ma gli scherzi del 24enne ascolano Claudio non finiscono qui. Ha totalizzato quasi 300.000 visite su YouTube la sua prima parodia della sexy prof, mentre circa un mese fa, incontrando - probabilmente per caso - l'attore Remo Girone, lo convince astutamente a pronunciare le parole-tormentone "Ciao Matteo":



[foto da Mediaset.it]

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016