Excite

Scarica 24 mp3, multa da 150 mila euro

Il tribunale americano era chiamato a dare una decisione di rilievo, e così è stato. Peccato che il primo caso di download mp3 mai finito davanti ad una giuria si sia risolto con una stangata pesantissima.

E' stata dichiarata colpevole Jammie Thomas. Colpevole di aver condiviso online 24 canzoni. La multa? 222 mila dollari (equivalenti a circa 150 mila euro). Il calcolo è semplice: per la giuria ogni mp3 "vale" 9250 dollari, cifra moltiplicata per i 24 brani di cui è stato accertata la messa in rete da parte della donna, trentenne madre del Minnesota. La guerra alla "pirata" è partita da Capitol, Warner Bros, Sony BMG, Arista, Interscope e UMG Recordings.

Nonostante la donna abbia sempre negato di aver utilizzato Kazaa, le case discografiche coinvolte hanno fatto pesare le loro prove, rilevando il suo ip nella rete p2p (l'avevano addirittura accusata di condividere quasi 2000 canzoni).

Brian Toder, l'avvocato della donna, è disperato: "Lei è una donna che vive con un solo stipendio, e ora si ritrova senza un quarto della paga per tutto il resto della sua vita. Ora è in lacrime, è distrutta" (guarda le foto subito dopo il verdetto). E l'industria discografica esulta (per quanto ancora?).

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016