Excite

Ricerca profili personali online, è boom

Visibilità garantita a tutti, anche a chi non ne vorrebbe: è questo lo scopo dei tanti siti Web che consentono di accedere ai profili personali degli utenti che, almeno una volta, hanno lasciato traccia di sè su Internet.

Ne nascono a bizzeffe ma sicuramente il più famoso, ad oggi, è Webmii: semplice da utilizzare, è in sostanza una maschera molto simile a Google in cui inserire il nome e il cognome della persona da ricerca per ottenere lo storico relativo alla presenza di questa persona online.

In Italia è stato da poco lanciato 123people: stesso funzionamento del precedente perchè basta inserire il nome e il cognome desiderati per avere accesso ad un database.

Qualche mese fa Google ha lanciato Profiles che permette di avere accesso, e inserire, le proprie informazioni personali, gli indirizzi email, i contatti su Facebook e sugli altri social network, le foto su Flickr, l'indirizzo del proprio blog, i video su Youtube ed essere facilmente trovati in tutto il mondo.

E' grazie a siti come questi, per esempio, che un datore di lavoro può decidere relativamente all'affidabilità di qualcuno che vorrebbe assumere oppure che di una determinata persona si scoprano segreti, si fa per dire, celati tra le migliaia di pagine su Internet.

Ma quanto viola la privacy un servizio del genere?

A dirla tutta, e francamente, un bel po' anche se leggendo attentamente tra le righe si scopre che i contenuti resi disponibili a livello mondiale non sono altro che quelli che un utente medio che frequenta Internet vuol rendere pubblici. Dunque, si tratta della catalogazione e razionalizzazione dei contenuti sparsi ovunque nella Rete e che resterebbero tali se nessuno li ordinasse.

Si potrebbe obiettare che se un utente non vuole apparire nella lista delle persone da ricercare dovrebbe essere libero di cancellarsi: ma come si fa a rimuovere le proprie tracce sul Web?

Non si può e la forza di questi siti è proprio questa: agire nel lecito sfruttando i dati altrui, gli stessi già presenti su Internet e che a nessuno verrebbe mai in mente di cercare. A meno che non si tratti di ricercati o di terroristi.

Foto by 123people.it

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016