Excite

Regolarizzazione colf e badanti, ecco come fare

La sanatoria per regolarizzare colf e badanti parte oggi con la possibilità di presentare le domande da parte dei datori di lavoro. Se dal 21 agosto è stato possibile versare il contributo forfait di 500 euro per iniziare la procedura, da oggi e fino al 30 settembre si possono presentare le richieste che metteranno in regola i lavoratori che fino al 30 giugno erano occupati irregolarmente da almeno tre mesi.

La domanda può essere presentata da cittadini italiani e comunitari, o anche extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno. Se a regolarizzare una colf è un singolo individuo deve attestare un reddito 2008 non inferiore ai 20 mila euro, se invece è una famiglia, in cui più persone lavorano, il limite minimo è di 25 mila euro. Inoltre per le badanti che assistono persone malate o con handicap, è necessario un certificato rilasciato da una struttura sanitaria pubblica o da un medico convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale che dichiari che la persona per la quale è stata assunta non è autosufficienza nel momento in cui si e' instaurato il rapporto di lavoro con il cittadino extracomunitario.

Quindi dopo aver versato, entro il 30 settembre, i 500 euro per ciascun lavoratore con la marca da bollo da 14,62 euro tramite l'F24, si potrà presentare la domanda di regolarizzazione solo via telematica, attraverso il sito internet del Ministero dell'Interno. L'utente, dopo essersi registrato, richiede il modulo e deve installare un apposito software sul proprio computer, importare e compilare la domanda e inviarla via Internet.

Dal 1 ottobre le domande saranno prese in consegna dallo Sportello Unico per l'Immigrazione e dopo le verifiche delle Questure il datore di lavoro e il lavoratore saranno convocati per le verifiche e infine si procederà alla stipula del contratto di soggiorno. Se le domande arrivano senza i requisiti richiesti saranno cestinate e il contrbuto di 500 euro non verrà restituito. Si attendono oltre 500mila domande che consentiranno allo Stato di da 1,2 a 1,6 miliardi di euro.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016