Excite

Qtrax, il download mp3 via p2p è gratis

Finisce l'era del p2p illegale per scaricare musica. E' questa la promessa di Qtrax, servizio attualmente in fase di lancio che promette di offrire mp3 gratis e - soprattutto - legali.

Amazon ha un catalogo di 3 milioni di canzoni, iTunes di 6 milioni. Qtrax ne offre addirittura 25 milioni. Cifre molto alte rese possibili da un accordo con le major e la visualizzazione di pubblicità durante l'esecuzione dei brani.

Ecco dunque il funzionamento di Qtrax: le canzoni potranno sì essere scaricate via p2p gratuitamente, ma potranno essere ascoltate unicamente con un apposito player (solo per Windows, la versione Mac sarà disponibile dal 18 marzo), che mosterà a schermo una serie di banner pubblicitari. Il DRM blinderà le canzoni, che non potranno essere portate su cd o iPod.

> Guarda gli screenshot di Qtrax

C'è però un grosso sospetto (c'è chi parla di ipotetica frode). Se l'annuncio in pompa magna afferma che Qtrax ha stretto accordi con quattro major discografiche (EMI, SonyBMG, Universal Music e Warner Music), tre di esse hanno poco fa smentito di essere coinvolte. La Warner ha dichiarato: "Non abbiamo mai autorizzato l'uso dei nostri contenuti su Qtrax". La Universal è in fase di trattative, ma annuncia di non essersi ancora accordata, la EMI ha dichiarato al LA Times di non aver stretto alcun accordo.

Insomma, nonostante l'entusiasmo ci sono parecchi dubbi sulla reale consistenza di Qtrax, sia sul mistero degli accordi con le major che sulla effettiva qualità e affidabilità del sistema p2p. Software scomodo da usare e DRM poi potranno tenere lontani diversi appassionati, che preferiranno forse le reti p2p illegali (ma recentemente "assolte" da un gip italiano) e proprio per questo più flessibili.

Qtrax però ha aperto una strada (in realtà annunciata già da un paio di anni), staremo a vedere se riuscirà a cavalcare da protagonista l'onda del p2p legale. Il programma potrà essere scaricato a partire dalla mezzanotte di New York, domani mattina in Italia.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016