Excite

Quali programmi utilizzare per il recupero dati

A volte, può capitare che l'hard disk contente dei dati del computer subisca dei danni e che non funzioni più come dovrebbe. Un Hard Disk ha al suo interno decine di parti meccaniche e quindi, se esso subisce degli urti anche di lieve entità, può guastarsi e non funzionare più. Se un Hard Disk collegato al computer non viene più riconosciuto come disco esterno oppure non è possibile più trasferire dei files in esso, l'unica cosa che ci resta da fare è procedere al recupero dei dati. Lo stesso discorso vale quando il nostro computer non si avvia più normalmente: in questo caso il guasto, che può essere causato da aggiornamenti errati o da virus, impedisce al sistema operativo di avviarsi regolarmente.

Per recuperare i dati da un hard disk guasto, è necessario avere un computer funzionante e uno tra i tanti programmi di recupero dati gratuiti che si trovano su internet. Tra i programmi che consentono di fare ciò troviamo Pc Inspector File Recovery e iRecover Pro. Questi programmi permettono, una volta installati, di recuperare tutti i files che si possono recuperare dall'HDD danneggiato. Ovviamente questi software non si assumono la responsabilità sul mancato recupero dei files ed è strettamente consigliato, per le operazioni su dati delicati, rivolgersi a studi professionali. È bene sapere che recuperi più drastici, fatti da mani esperte, possono costare anche centinaia di euro.

Un altro interessante programma è CDRoller 9.10: con questo software è possibile recuperare i files da CD-Rom e DVD graffiati e malfunzionanti e salvarli su HDD o pendrive.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017