Excite

Processori: AMD presenterà i primi 'Bulldozer' il prossimo giugno

Nel mercato dei processori la rivalità tra AMD e Intel è da sempre motivo di interesse per gli appassionati del settore.

Dopo aver visto i nuovissimi processori Ivy Bridge di Intel, Advanced Micro Decives, più conosciuta come AMD, si prepara al lancio dei nuovi 'Bulldozer'.

Il nome in codice di questa nuova architettura di processori incute già un certo timore e speriamo che l'attesa sia giustamente ripagata da prodotti validi e versatili.

Per la nuova gamma di CPU, AMD scommette come sempre sulla velocità dei calcoli in 'virgola mobile'. Infatti durante la presentazione al Solid-State Circuits Conference di San Francisco si è parlato dell'aumento di prestazioni nell'FPU.

I nuovi processori avranno un'architettura completamente riscritta in grado di far ridurre il consumo energetico e saranno progettati a 32 nanometri. Sono previsti molti modelli che probabilmente saranno lanciati a partire da giugno di quest'anno.

AMD è molto fiduciosa e secondo i suoi rapporti, le CPU Bulldozer (almeno le prime) dovrebbero essere in grado di competere con i rivali i7 di Intel. Le successive dovrebbero competere invece con i processori Ivy Bridge della concorrente.

AMD si è spinta oltre nei progetti ... Sono previsti infatti modelli a partire dal Dual-Core e Quad-Core 'tradizionali' (anche se sono soltanto voci di corridoio) fino ad arrivare a modelli con otto o dodici 'core'.

Inoltre la cache è stata potenziata e su molti modelli vedremo 2MB di secondo livello per ciascun core, affiancata dalla tradizionale di terzo livello.

Un'incognita rimangono invece i chipset che affiancheranno questa tecnologia e i socket di alloggiamento della CPU stessa.

Infatti inizialmente si è parlato di una compatibilità con il socket AM3 e AM3+ ma probabilmente quando saranno presentati altri modelli è facile che assisteremo ad un nuovo cambio di generazioni di schede madri, complici anche la diffusione di schede PCI Express sempre più veloci, la velocità del Serial ATA e la commercializzazione di periferiche USB 3.0.

Un ruolo importante potrebbe essere anche il fatto che da qualche anno la casa produttrice di schede video ATI è stata acquistata da AMD.

Invitiamo comunque i lettori a stare sintonizzati per aggiornamenti e notizie che non tarderanno ad arrivare.

  • Fonte:
  • Flickr

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016