Excite

Posta foto su Facebook e le viene tolto l'assegno per depressione

Attenti a quel che fate, utilizzatori di Facebook, perchè se avete dei conti in sospeso o dei contenzioni legali in corso potreste incorrere in problemi e sanzioni.

Deve aver pensato questo una ventinovenne canadese che da due anni riceveva una sorta di sussidio statale per via di una grave depressione e che ha invece fallito inserendo su Facebook delle foto delle foto che la ritraevano tutt'altro che depressa.

La ragazza, Nathalie Blanchard, aveva infatti richiesto alla compagnia assicuratrice Manulife un rimborso dopo aver dovuto lasciare il lavoro a causa di una depressione e per questo aveva ricevuto l'assenso all'assegno mensile.

Ma la compagnia assicuratrice ha scoperto che Nathalie è felice e contenta a causa di una serie di foto che la stessa ha inserito su Facebook e che la ritraggono in compagnia di amici e amiche, su spiagge esotiche e in varie situazioni goliardiche.

Per questo la canadese non riceverà più i soldi ma le proteste nei confronti dell'assicurazione che si è comportata in questo modo non sono state tenere: come si può infatti giudicare sana una persona solo perchè si concede un momento di relax al mare? Non è possibile che sia stato il medico a consigliare a Nathalie di prendersi una vacanza?

"Non penso che per giudicare lo stato mentale di una persona Facebook sia il mezzo più adatto", ha dichiarato al proposito l'avvocato della Blanchard mentre dalla Manulife nessun commento se non relativo al fatto che la revoca dell'assegno è stata decisa dopo aver visionato Facebook ma non solo.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016