Excite

Pedofilia, l'Interpol la combatte su internet

Circa sette mesi fa l'Interpol ha provato, in via sperimentale, ad utilizzare il web come strumento per ricercare un pericoloso pedofilo. La decisione di pubblicare le foto dell'uomo si è rivelata di successo.

Solo dieci giorni dopo - infatti - grazie alle tante segnalazioni ricevute, si arrivò all'arresto del criminale. Adesso l'Interpol si affida nuovamente al web per identificare un nuovo uomo, di nome e nazionalità sconosciuta, colpevole di orribili abusi nel sud-est asiatico.

Guarda le foto del nuovo pedofilo ricercato dall'Interpol

A spiegare il perché di quest'operazione è il segretario generale dell'Interpol, Ronald K. Noble: "Con un appello simile fatto l'anno scorso, siamo riusciti ad identificare un uomo che ora sta scontando in carcere la sua pena. Speriamo che anche questa volta la gente in tutto il mondo possa aiutarci a trovare quest'uomo che potrebbe star ancora abusando di bambini". Proprio a seguito della precendete "Operazion Vico", l'assemblea generale dell'Interpol ha approvato una risoluzione che permette la pubblicazione delle fotografie.

Dopo 24 ore dal lancio della nuova iniziativa, la polizia internazionale comunica che sono già arrivate 200 segnalazioni potenzialmenti utili. L'Interpol comunica che gli accessi al sito sono aumentati di 30 volte e invita tutti a dare il proprio apporto: "Ogni minima informazione può essere decisiva". La caccia è aperta, il mondo del web non si tira indietro.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016