Excite

Openbook, il cerca segreti di Facebook

Facebook, con i suoi 400 milioni di utenti in tutto il mondo, è il simbolo di una rivoluzione della comunicazione tra gli utenti. La sua ascesa però potrebbe avere una brutta frenata dopo che è stato indetto il Quit Facebook Day, il giorno per cancellarsi dal social network.

Un segno per protestare contro la violazione delle privacy. Molti dei dati che si scambiano gli iscritti spesso possono diventare di dominio pubblico e per bloccare la fuga di informazioni bisogna affrontare un menù labirintico della policy alla privacy. Per questo è nato Openbook (libro aperto), il nuovo nemico di Mark Zuckerberg, che riporta proprio una frase di quest’ultimo: lettori: 'Si fidano di me. Poveri scemi'.

Il sito è stato ideato da tre ingegneri di San Francisco, per mostrare le falle che ha Facebook in materia di dati privati. Una sorta di motore di ricerca in cui si digitano i termini che interessano ed appaiono i post che contengono quelle parole chiave pubblicate negli ultimi giorni. Il problema è che il social network non comunica esplicitamente agli utenti quali informazioni diventeranno pubbliche e di libero accesso.

Openbook è stato definito il cerca segreti di Facebook, utile non solo per preoccuparsi di quello che si scrive sul social network ma anche per scoprire se si parla bene o male di un determinato prodotto o di un’azienda o di una persona.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016