Excite

Obama vuole controllare i social network

I social network stanno diventando sempre più importanti e vengono ormai usati quotidianamente anche da ladri, criminali, terroristi per svolgere attività illegali tanto che anche Skype aiuterebbe le mafie indirettamente.

Per questo motivo l'amministrazione Obama insieme a FBI, Dipartimento di Giustizia, NSA, sta lavorando ad una proposta di legge per semplificare le intercettazioni su Internet obbligando i servizi online, da Facebook a quelli che fanno peer to peer come eMule, a consegnare i dati intercettati ai criminali al governo.

Questa proposta che verrà completata e presentata al Congresso il prossimo anno, mirerebbe a controllare con precisione le comunicazioni che si riveleranno come sospette. Laddove molti sistemi di telefonia e reti a banda larga già prevedono sistemi di intercettazione in Usa, molti operatori ne sono sprovvisti e li attivano solo in caso di richiesta delle forze dell'ordine.

Il problema non è solo americano: secondo il New York Times a questa proposta ne potrebbero seguire altre simili in molte nazioni. Il rischio per gli utenti è sempre legato alla privacy ed alla sicurezza: quando la tecnologia smette di essere neutrale allora può essere pericolosa e difficile da controllare.

I nodi della proposta americana sono il costo e la durata delle intercettazioni sui quali non vi è ancora una soluzione definitiva per quanto riguarda il controllo del Web: in questo caso infatti le comunicazioni sono più difficili da monitorare (specie se aumenta il numero di server per le quali si sviluppano).

Secondo Maurizio de Lucia, Sostituto Procuratore della Direzione Nazionale Antimafia (DIA), anche i criminali nostrani si affidano alla crittografia di Skype per comunicare con più serenità. Sarebbe utile anche in Italia una legge per accedere ai protocolli di sicurezza di Skype e controllare meglio le comunicazione che avvengono via VoIP.

Insomma combattere la criminalità organizzata sul Web è difficile ma un dovere, siamo ancora molto lontani da soluzioni definitive e puntuali. La task force creata oltre un anno fa dal ministro Maroni che fine ha fatto, a quali risultati ha portato?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016