Excite

Google CR48: notebook consigliati per chi nel 2011 vuole il cloud computer

Google da sempre attenta agli sviluppi nel marketing e nell'economia globale ha pensato di introdurre soluzioni portatili innovative, che permettono di accedere direttamente online a documenti e applicazioni, senza passare da supporti o hard disk.

Tra questi notebook, da noi consigliati per il 2011 se questa tecnologia risultasse effettivamente valida, c'è il CR48.

La particolarità è appunto il fatto che questi notebook permettono immediatamente l'accesso a uno spazio virtuale in cui condividiamo tutti i nostri documenti, foto, filmati e quant'altro.

Ovviamente sarà possibile rendere 'privati' i contenuti ma il concetto del Cloud Computer è proprio il poter avere subito a disposizione e da qualsiasi postazione, tutto.

Basta coi cavi. Basta con i virus. Basta con dischetti, chiavette e hard disk. Succederà a breve: questa tecnologia prenderà piede e secondo analisti del settore sarà inarrestabile proprio perchè internet è un bisogno 'primario' per molti e ormai molta gente identifica la rete con Facebook o Twitter o Youtube.

All'avvio viene richiesto un account Google e successivamente si accede al 'desktop'; l'impatto è molto forte perchè è tutto diverso. Chrome OS è il sistema operativo ed è snello e leggerissimo. Pensate che l'avvio richiede soltanto 8 secondi per avere tutto caricato!

Il browser omonimo permette la navigazione e la gestione della applicazioni aggiuntive tramite Market online.Vi sono circa 100 applicazioni preinstallate che permettono di svolgere le operazioni più comuni (es. per la videoscrittura e i documenti c'è Google Docs, in sostituzione di Office).

Non ha 'senso' parlare di caratteristiche hardware, se non che è in dotazione un SSD da 16GB, 2 GB di RAM e connettività ovviamente WIFI e 3G (opzionale).

Il notebook è in fase di sperimentazione e Google stessa invita gli sviluppatori a migliorare e perfezionare il proprio sistema operativo anche con plugin ed estensioni per il browser.

Tra qualche anno sostituiremo i notebook con delle soluzioni 'cloud'? Difficile dirlo ma non pensiamo che sia un'operazione immediata. Forse ancora è troppo presto anche per la mancanza di infrastrutture e coperture, poter immaginare di lavorare direttamente in rete.

 

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016