Excite

Nobavaglio.it, il sito contro il Ddl sulle intercettazioni

Si torna a parlare della nuova legge contro Internet che il Governo starebbe pensando di varare tramite disegno di legge e che i blogger più impertinenti non dimenticano di seguire.

In realtà la norma anti-Web è contenuta nel decreto Intercettazioni di cui si discute al Senato in questi giorni ed è contenuta nell'articolo 28 nel quale si trova scritto che 'per i siti informatici, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono'.

Dunque esattamente come accade per la carta stampata fin dal 1948, anno di promulgazione della legge sulla stampa mai aggiornata.

Cosa accadrebbe dunque se questa norma passasse? Semplice: se non si rettifica la notizia entro 48 ore si è passibili di denuncia e multa fino a 12.500 euro e se non si hanno i mezzi per pagare si evita di farlo chiudendo del tutto il proprio blog.

Gli esperti si interrogano sulla norma sostenendo che si tratta di un modo per mettere il bavaglio ai blogger indipendenti e non a caso hanno aperto il sito Nobavaglio.it nel quale si può firmare la petizione per chiedere che la norma in oggetto non venga neanche discussa e che allo stesso tempo non passi il decreto sulle intercettazioni.

Contestualmente è stato aperto anche un gruppo Facebook nel quale si chiede ai blogger che vogliono mobilitarci di metterci letteralmente la faccia aderendo al gruppo per far sentire la propria voce.

I promotori di No Bavaglio annunciano che il 21 maggio si terrà a Roma un incontro pubblico seguito da sit-in di varia natura e iniziative volte a promuovere l'idea che il Ddl sia nocivo per la cittadinanza tutta e per il diritto all'informazione.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016