Excite

Nicholas Negroponte: limitare il Web non ha senso

In occasione del Festival delle Scienze che si sta tenendo a Roma in questi giorni, l'ospite speciale della serata di stasera, Nicholas Negroponte, ha deciso di spendere parole di elogio per la Rete e le sue innovazioni.

Negroponte si fa sostenitore dell'idea lanciata da Wired di candidare Internet al premio Nobel per la pace sostenendo che il Web è 'il vero promotore di pace, anzi, come dico da sempre è un'arma di educazione alla pace perché ha più voce in assoluto sulla pace lui che qualsiasi altro, tutti leggono Internet'.

Secondo Negroponte, dunque, Internet 'merita il Nobel molto di più del presidente Usa, di cui resto un convinto sostenitore ma che di pacifico non ha fatto nulla, anzi, pensiamo alla contraddizione di aver inviato nuove truppe in Afghanistan: dovevano giudicare dopo la sua presidenza, non prima'.

Interpellato sulla situazione italiana e soprattutto sulla possibilità di limitare in qualche modo Internet, Nicholas Negroponte non ha dubbi sostenendo si tratti di 'una sciocchezza, sulla Rete non servono leggi o regole, quelle devono arrivare prima' anche se 'purtroppo, certo, la parte oscura del web esiste: è una cosa cui bisogna confrontarsi, che c'è e con cui è necessario convivere, come lo spam, ma è è necessario puntare sulla qualità della libertà, non sulla sua eliminazione'.

E in un momento in cui si discute della possibilità di far pagare le informazioni che circolano online, o di limitare le stesse, il guru del Web dice la sua credendo fermamente che 'l'informazione non dipende dalla carta perchè il giornalismo è una professione in crescita, i giornalisti sono dei blogger professionisti, il web dà maggiori possibilità per inchieste e commenti' e lo sbaglio più grande è 'cercare un unico modello, quando invece bisogna trovarne tanti e diversi perchè non esiste una sola risposta'.

(foto ©ZDNet)

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016