Excite

Morte Stefano Cucchi, il Web chiede verità

E' stato arrestato per il possesso di droga ma Stefano Cucchi, romano, non è più tornato a casa, lasciato morire in un ospedale ufficialmente per via di una caduta.

Un caso complicato che la famiglia del ragazzo ha voluto spiegare nel corso di una conferenza stampa durante la quale ha mostrato le foto del corpo martoriato di Stefano e ricostruito la vicenda.

I familiari: "Vogliamo la verità", video

Guarda le foto di Stefano Cucchi

Riassunta in poche parole: Stefano viene arrestato il 16 ottobre per essere stato trovato con 28 grammi di hashish e qualche grammo di cocaina, più farmaci antiepilettici scambiati per ecstasy, viene portato in carcere e da lì inizia il calvario dei genitori che lo rivedono solo da morto con una serie di impressionanti lividi agli occhi, una mandibola spezzata e la schiena fratturata all'altezza del coccige.

La Procura ha aperto un'indagine, la famiglia diffuso le foto del corpo di Stefano e su Internet è partito il tam tam anche perchè Alfano, ministro della giustizia, ha dichiarato che la morte del ragazzo è avvenuta per una caduta dalle scale.

Così su Su Facebook sono stati aperti vari gruppi a sostegno della causa di Stefano Cucchi e della sua famiglia e tutti chiedono un'unica cosa: giustizia e verità.

Per questo pubblicano le foto di un corpo irriconoscibile che pare sia dimagrito di 6 Kg in una settimana e chiedono di scendere in piazza per chiedere che sia fatta luce sulla vicenda.

C'è chi invece ha deciso di aprire una pagina in ricordo di Stefano, cercando di non colpevolizzare ma di cercare giustizia.

La stessa che da anni va cercando Patrizia Aldrovandi, madre del giovane Federico la cui morte è ancora avvolta dal mistero.

Sul Giornale di oggi la testimonianza crudele di chi ha visto cosa succede in certi ospedali e certi carceri e una sana presa di coscienza: Stefano Cucchi era "morto, uno scheletro con la pelle gonfia di botte".

Un ragazzo sano entra in carcere e dopo qualche giorno muore in ospedale: cosa è successo e chi o cosa è stato? Internet cerca e chiede risposte: troverà qualcuno disposto a raccontargli la verità?

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016