Excite

Moratti derisa su Twitter dice no alla moschea

In questi ultimi giorni la campagna elettorale di Letizia Moratti è sempre più in fibrillazione anche sui social network.

Hanno insospettito anche gli addetti ai lavori gli strani movimenti su Facebook, un esplosione (da circa 5000 a più di 30 mila fan) dove la pagina della Moratti ha raccolto migliaia di fan in poche ore e così nel profilo di Twitter.

La campagna Mi Rispondi della Moratti sta cercando di dare più risposte possibile sul programma del candidato al sindaco di Milano. C'è stato un tweet incriminato che ha fatto scalpore in Rete: lucah, un utente che si firma con il nickname Orghl, ha rivolto una domanda fasulla all'account di Twitter della Moratti.

Il messaggio recita: 'il quartiere Sucate dice no alla moschea abusiva in via Giandomenico Puppa!! Sindaco rispondi! #mirispondi #sucate'. Ovviamente il quartiere Sucate non esiste così come la moschea e la strada a cui si fa riferimento. La serissima risposta della Moratti non si è fatta attendere ed è stata: 'nessuna tolleranza per le moschee abusive. I luoghi di culto si potranno realizzare secondo le regole previste dal nuovo Pgt.'

La burla ha fatto il giro della Rete e #sucate sta diventando uno dei trending topics su Twitter: l'Unità, Giornalettismo, Il Post e tanti altri hanno cavalcato la notizia.

Su Friendfeed lucah ha raccolto tanti commenti ironici e di consenso e sono nate già le prime parodie su Sucate e improbabili loghi sulcomune di Sucate mentre Sucate su Facebook ha già i primi fan.

Chissà dove arriverà la burla di Internet e se continuerà fino al ballottaggio, di certo è un caso di cattiva comunicazione politica, qualcuno la chiamerebbe Trashpolitique.

Foto: https://twitter.com/#!/vittoriofaraoni/status/72669741017337856

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016