Excite

Microsoft Office 13 punta sul cloud

  • Youtube

La demo è scaricabile da oggi mentre la versione finale arriverà in autunno. Microsoft, in attesa di distribuire il suo attesissimo Windows 8, fa scartare agli utenti il pacchetto-regalo dell'estate: dentro, la nuova suite Office 2013. Con una sorpresa in più: la quindicesima versione dell'irrinunciabile pacchetto per scrivere, presentare e far di conto di Redmond guarda tantissimo al cloud.

Steve Ballmer l'ha battezzato come l'"Office moderno". Per esempio, la nuova versione salva di default i file che stiamo lavorando nelal nuvola-storage di Microsoft, così che l'utente possa continuare a lavorarci o recuperarli ovunque si trovi, a prescindere che abbia o meno con sé il computer personale. Insomma, potremo collegarci ai file casalinghi dall'ufficio e viceversa, ma anche da cellualre o da tablet. Le istruzioni sono facili: si effettua il login, si scarica il codice e si lancia una sessione di Word, o di Excel, o di qualsiasi software incluso nel pacchetto sulla macchina. Quando si chiude il programma si cancellerà automaticamente.

Al momento, tanto per sottolineare quanto sia al centro degli interessi di Microsoft la volontà di spostare l'utenza verso un approccio "nuvoloso", non sono stati comunicati dettagli su prezzi e composizioni dei pacchetti classici, quelli per capirci acquistabili anche su cd. La versione Office 365, quella per le aziende, sarà declinata in quattro varianti: Home Premium (5 postazioni, per il mercato consumer), Small Business Premium (10 dipedenti con fino a 5 postazioni ciascuno, compresi Infopath e Lync), Pro Plus (25 dipendenti con 5 postazioni ciascuno), Enterprise (comprende anche Exchange). Sui prezzi e sulle altre tipologie canoniche (i pacchetti casalinghi come HomeStudent, Small Business, Pro ed Enterprise) tutto tace. Il cloud domina.

Web e social network entreranno a gamba tesa nei nostri programmi Office: annunciata, infatti, l'integrazione con Skype ma anche la possibilità di restare aggiorati su quello che succede su Linkedin e Facebook nella stessa finestra di Outlook. Entrerà nel mazzo anche il neoacquisto Yammer. Sotto il profilo delle piccole-grandi migliorie, da segnalare almeno la possibilità per Word di editare Pdf, di embeddare direttamente i video Youtube nei documenti o di una presentazione, Excel imparerà dalle nostre attività e pare che anche chi usa prodotti Apple non dovrà aspettare gli usuali 12 mesi per scaricare la nuvoa suite.

Quanto all'impianto grafico, infine, non dovrebbe allontanarsi troppo da quello che conosciamo, sebbene le finestre bidimensionali, la scomparsa delle icone e la complessiva semplificazione avvicinino molto la suite a un uso tattile, cioè via touchscreen (per i quali c'è anche un touch mode apposito).

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017