Excite

Microsoft non potrà più vendere Word

Secondo la sentenza emessa dal giudice Leonard Davis, del Eastern District del Texas, Microsoft non potrà più vendere o importare negli Stati Uniti alcun prodotto Word, che abbia la possibilità di aprire file .xml, .docx o .docm, perché ha utilizzato il brevetto depositato dalla I4i Inc.

Questa piccola azienda canadese nel 2007 ha fatto causa contro il gigante di Redmond perchè utilizzava il proprio brevetto, ideato nel 1998 (n. 5,787,449), riguardante un metodo per leggere file Xml, elemento fondamentale nelle versioni di Word 2003, 2007 e Office Mac 2008.

La sentenza potrebbe avere effetti devastanti sul core business dell’azienda. Kevin Kuntz, portavoce di Microsoft, ha dichiarato: "Abbiamo presentato una mozione alla Corte d'Appello per chiedere un riesame accelerato e di sospendere il provvedimento permanente mentre l'appello è ancora in sospeso. Queste richieste non sono inusuali nei casi sui brevetti. Come abbiamo fatto in tutto il processo, crediamo che l'evidenza dimostri chiaramente che non abbiamo commesso infrazioni e che il brevetto di i4i non è valido".

Dall’altro lato Loudon Owen, presidente di I4i, vuole solo difendere la proprietà intellettuale dell’invenzione. Intanto Microsoft, in attesa di un nuovo giudizio, è stata costretta a pagare 200 milioni di dollari per infrazione di brevetto, 40 milioni di dollari per infrazione volontaria e 37 milioni di dollari di interessi.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016