Excite

Mediaset contro YouTube, maxi-causa da 500 milioni

Fino ad ora sembrava che Mediaset fosse uno dei colossi televisivi più "aperti" nei confronti del Web 2.0. E invece anche da Cologno Monzese parte (come già successo oltreoceano) una mega causa contro YouTube.

Sondaggio: giusta la mossa di Mediaset? Vota

Mediaset ha infatti intentato causa a Google (proprietaria di YouTube), motivo: 4643 video tratti dalla tv e postati online dagli utenti. L'azienda parla di "illecita diffusione e sfruttamento commerciale di file audio-video di proprietà delle società del Gruppo".

Fino ad oggi Mediaset non aveva mosso un dito contro i tanti video online tratti da Canale 5, Rete 4 e Italia 1. Tutto ciò si era trasformato in un grande vantaggio, amplificando a dismisura la popolarità di diverse tramissioni (spopolano in particolare le clip di "Mai dire", "Uomini e Donne", "Le Iene" e "Zelig", con record di traffico per i video di Sara Varone a Buona Domenica). E invece dietro al silenzio gli avvocati nascondevano la preparazione della maxi-causa.

Snocciolati anche i numeri: "Alla data del 10 giugno 2008, dalla rilevazione a campione effettuata da Mediaset sono stati infatti individuati sul sito YouTube almeno 4.643 filmati di nostra proprietà, pari a oltre 325 ore di materiale emesso senza possedere i diritti".

Insomma, le televisioni in mano alla famiglia Berlusconi denunciano di aver perso telespettatori per colpa di YouTube: "è possibile stabilire che le tre reti televisive italiane del Gruppo abbiano perduto ben 315.672 giornate di visione da parte dei telespettatori".

Viste le premesse, inevitabilmente ingente la richiesta da parte del gruppo del biscione, presieduto da Fedele Confalonieri: "Almeno 500 milioni di euro, per il solo danno emergente. A questo bisognerà aggiungere le perdite subite per la mancata vendita di spazi pubblicitari sui programmi illecitamente diffusi in rete".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016