Excite

L'amore ai tempi di Google

Primo appuntamento? Da quando c'è Google, tutto è cambiato. Mai più incontri al buio con tipi poco raccomandabili, adesso tra i ragazzi si usa dare un'occhiata su internet per scoprire qualcosa, o spesso tante cose, su persone da conoscere o appena conosciute.

La Associated Press ha investigato sulle nuove usanze e ha scoperto quanto internet e i social network stiano influenzando anche le modalità "classiche" di approccio e conoscenza con nuovi ragazzi o ragazze. Le tecniche sono le più disparate, e vale la pena approfondire cosa si fa e a che pro.

Katie Laird, una giovane consulente di web marketing di Houston, racconta che spesso consiglia alle amiche di sfruttare a proprio vantaggio il potere di Google per prepararsi al meglio al primo appuntamento. Lei stessa racconta di aver fatto strane scoperte googlando i nomi dei ragazzi con cui doveva uscire, come ad esempio uno con la passione dei vampiri e altri con strane passioni fetish, cosa che mai avrebbe notato al primo appuntamento, e che l'hanno distolta con anticipo dalla persona sbagliata.

Un bel vantaggio è quello di visitare il MySpace di un ragazzo/a appena conosciuto/a. Da lì si ricaveranno altre informazioni interessanti, i gusti e le passioni. In molti casi è anche l'opportunità per capire quali argomenti poter affrontare per far colpo sul lui/lei di turno: "Così al primo incontro si viene a creare un gioco tra due persone che già sanno molte cose l'una dell'altra, ma che non possono ammetterlo", spiega David Silver, professore di Media studies dell'Università di San Francisco.

Se poi l'interesse per una persona diventa quasi ossessione, e se questa persona frequenta spesso il web, diventa davvero facile entrare in un tunnel e seguirla virtualmente tra social network, forum e gruppi di discussione. Una sorta di pedinamento online alla ricerca di tutto, ma davvero tutto quello che può riguardare il partner dei propri sogni.

Essere ricercati su Google può avere effetti decisamente negativi, se hai lo stesso nome e cognome di una pornostar. E' il caso di Lisa Phillips, spesso imbarazzata per un'omonimia che rischia di depistare (o forse eccitare maggiormente) i corteggiatori più galanti. Ma allora le nuove regole di primo appuntamento sono giuste o sbagliate? La parola finale spetta allo psicologo, il Dott. Paul Dobransky. "Non c'è niente di male a fare i 'compitini' a casa, ma poi il giudizio decisivo tocca unicamente al vero incontro, l'interazione faccia a faccia".

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016