Excite

La privacy di Facebook a rischio con le applicazioni

Le reti sociali sono sempre più diffuse e quindi è sempre alta l'attenzione nei confronti della privacy e della sicurezza dei social network.

Quanto sono consapevoli le persone e quanto si investe nella protezione dei dati degli utenti? L'ultimo rapporto di Symantec mostra un metodo attraverso il quale per diversi anni (almeno dal 2007) le applicazioni di Facebook abbiano avuto la possibilità di monitorare i dati degli utenti.

Sesso, indirizzo,a emil, cellulare, foto, messaggi e altri dati in pasto ai gestori delle applicazioni brandizzate con lo scopo di proporre pubblicità varia. In realtà non tutti fanno attenzione alla lista di informazioni che si possono condividere quando si dà il permesso ed il consenso all'utilizzo di una applicazione: basta visitare le impostazioni della Privacy e modificare la sezione Applicazioni e Siti Web.

E' quasi sicuro quindi che una applicazione che stiamo usando utilizzi o legga alcuni dei nostri dati perchè la stiamo usando oppure lo fanno i nostri amici. E sembra che più di 100 mila applicazioni per quattro anni abbiano diffuso dei dati in giro nonostante abbiano l'obbligo di non farlo secondo il contratto che stipulano con Facebook.

Il problema però c'è ed è serio tanto che Facebook ha risposto ufficialmente con l'annuncio di alcune novità per gli sviluppatori nel sistema di autenticazione.

Inoltre Facebook ha intenzione agli utenti di chiedere conferma del 'mi piace' che cliccano in modo da 'certificare' questa operazione per evitare azioni involontarie o tentativi malevoli: è stato aggiunto anche un login approvato attraverso il quale proteggere il proprio account se l'accesso avviene da un altro PC si riceve una notifica mobile e ci si può collegare usando username, password e numero di cellulare.

Intanto Facebook ha fatto una figuraccia sul lato delle Public Relations: avrebbe usato Burson-Marsteller e ingaggiato un consulente per diffondere cattive informazioni riguardo la policy di Google.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016