Excite

La massaggiatrice di Google diventa milionaria

Nasce da un divorzio la fortuna (economica) di Bonnie Brown. Era il 1999, quando la 44enne Bonnie decide di ricominciare la sua vita rispondendo ad un annuncio di lavoro.

La giovane società Google, con 40 impiegati, stava cercando una massaggiatrice part-time. Lo stipendio era di 450 dollari a settimana, più alcune stock option di Google, dal valore irrisorio.

Quello che è successo negli anni a venire, è storia: il titolo di Google ha toccato la settimana scorsa il picco massimo di 700 dollari. Bonnie aveva a lungo conservato le sue azioni, per poi rivenderle quando il loro valore era diventato consistente. Il risultato è il seguente: la 52enne Bonnie ora è in pensione, e grazie a Google ha comprato una mega-casa in Nevada, con tutti i comfort possibili.

Questa storia accomuna lei e chi - credendoci o meno - ha avuto sin dagli esordi a che fare con le azioni di Google. Il New York Times, che ha raccontato lastoria di Bonnie, dice che ci sono oltre 1000 persone che possono contare su almeno 5 milioni di dollari provenienti dalle azioni di Google.

"Sono felice di aver messo da parte quelle stock option", dice ora la donna che ha anche scritto il libro "Jiigle: come ho fatto fortuna massaggiando Google". Ciò che manca ancora è un editore, ma non c'è dubbio che grazie alle sue fortune Bonnie troverà anche quello.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016