Excite

La generazione degli infonauti

Il web e i suoi contenuti sono diventanti fonte di informazione primaria soprattutto presso le giovani generazione. Grazie ai social network, ai blog, ai giornali online i ragazzi s’informano continuamente, avendo a disposizione vari punti di vista cui accedere. I nuovi media, inoltre, consentono una partecipazione attiva dell’utente che può in ogni momento esprimere la propria opinione.

La democrazia del web, inoltre, è diventata l’elemento che valorizza questo strumento. Secondo la ricerca effettuata dalla Demos-Coop sette intervistati su dieci utilizzano quotidianamente internet per informarsi, al pari della Tv, molto di più del giornale cartaceo (19%) o del satellite (37%). Rispetto al 2007 è aumentato l'uso della Tv satellitare e, del digitale terrestre (dal 19% al 41%: +22 punti percentuali) e di Internet (+13 punti percentuali, dal 25% al 38%). Gli altri media, cioè televisione, radio, stampa quotidiana e settimanale, sono stabili.

Tra i navigatori, la maggior parte sono giovani, infatti, il 74% ha un'età compresa tra 15 e 24 anni (+19 punti percentuali rispetto al 2007) e il 63% tra 25 e 34 anni (+15 punti percentuali rispetto al 2007), questi dichiarano che per informarsi utilizzano internet "tutti i giorni". Solo il al 7% degli ultra i 64 anni s’informa online, mentre la radio è utilizzata in particolare da chi ha un'età compresa tra 35 e 44 anni.

I giovani internauti diventano così infonauti, poiché non solo utilizzano i blog, i social network o i giochi online, ma si informano continuamente e accedono ad altri mezzi di comunicazione tramite il web. Il profilo di questi fruitori è in maggioranza di sesso maschile, con un grado elevato di scolarizzazione, di studenti, dirigenti e impiegati. Gli infonauti inoltre valorizzano l'interattività e la flessibilità dei sistemi digitali di informazione, mostrandosi attivi e acuti osservatori della realtà.

Dall’analisi scaturisce anche una relazione tra democrazia e comunicazione: i cittadini intervistati ritengono che indipendenza e libertà di informazione oggi appartengano in primo luogo alla rete internet (35%), poi alla Tv (25%), infine ai quotidiani (20%).la tv si guarda di più ma ci si fida di meno mentre nel web le fonti si moltiplicano così come le opinioni per questo si può avere un quadro più affidabile delle notizie.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016