Excite

La fibra che ride, per una Rete migliore

"La fibra che ride", è questo il motto di una campagna informativa su un tema, quello della connettività ad internet, troppo trascurato dai media italiani. A lanciare il dibattito è Stefano Quintarelli, imprenditore, ex-presidente dell'Associazione Italiana Internet Provider, autore di libri e articoli, nonché uno dei blogger più letti in rete.

"Il ponte sullo stretto di Messina, la TAV in val di Susa, la Variante di Valico della A1, sono stati tutti argomenti di discussione ampia, con trasmissioni dedicate in prima serata, dato il rilevante impatto che avranno sulla vita sociale ed economica del Paese", spiega Quintarelli. "Di un'altra grande opera infrastrutturale, che è fondamentale per il futuro della società e dell'economia, che ci accompagnerà per i prossimi 60 anni, invece, non si è parlato assolutamente. (si è parlato del suo proprietario, ma non dell'opera). E' la cosidetta 'rete di nuova generazione'".

L'esperto informatico illustra le diverse possibilità per portare Internet nelle case degli italiani: "portare la fibra fino in casa (Fiber to the home: FTTH), o portarla ad un nodo (Fiber to the node: FTTN) e il nodo in questione potrebbe essere il palazzo (Fiber to the building: FTTB) o il marciapiede (Fiber to the Curb: FTTC)".

Ecco dunque la scelta tra fibra e rame: "Se non si arriva con la fibra fino in casa (FTTH), dove termina la fibra ci si deve collegare al rame esistente e si usa una evoluzione del DSL: il VDSL".

La soluzione del futuro, spiega Quintarelli, è la fibra. I vantaggi della fibra sono i seguenti: consuma meno energia, è la soluzione a prova di futuro, offre prestazioni migliori, si guasta di meno. L'unico contro potrà però pesare decisamente nelle scelte politiche a riguardo: la fibra è più costosa del rame.

E' per questo che si vuole informare maggiormente sulla questione, cercando di trovare l'attenzione della classe politica nostrana. Per dare maggiore visibilità alla campagna "La fibra che ride" si può diffondere il messaggio utilizzando le immagini da inserire sul proprio sito.

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016