Excite

La Cina oscura YouTube per i video in Tibet

YouTube è diventato un prezioso - e libero - mezzo di informazione per documentare le violenze in corso nel Tibet (segui la cronaca in diretta dei fatti). Sono tanti i video amatoriali inseriti in questi giorni.

Il governo cinese ha però pensato di agire in modo repressivo: è stato bloccato in Cina l'accesso a YouTube. Come già avvenuto in passato, Pechino adotta la censura per evitare la diffusione interna di immagini che possano mettere in dubbio l'informazione "ufficiale" che passa in tv. Oltre a YouTube, in Cina non risulta più disponibile il servizio Google News. Anche la CNN ha difficoltà nel trasmettere dalle zone coinvolte. Di seguito alcuni dei video-testimonianza degli scontri a Lhasa e delle manifestazioni per il Tibet libero.

Scontri a Lhasa
Foto da Lhasa
Day after
Reportage tv

web20.excite.it fa parte del Canale Blogo Tecnologia - Excite Network Copyright ©1995 - 2016